di Antonio Scamardella

I maritozzi con la panna sono un dolce della tradizione laziale che viene consumato a colazione, ma che è buono anche come fine pasto. Il nome maritozzo pare derivi dalla parola marito, dal momento che si racconta che l’uomo fosse solito regalare questi panini farciti alla propria futura sposa, nascondendo al suo interno l’anello di fidanzamento o un gioiello prezioso. Ma ci sono varie storie e leggende che portano all’origine del Maritozzo.

La sua origine infatti sembrerebbe risalire al tempo dei Romani. Esistevano infatti delle pagnotte addolcite dall’aggiunta di miele ed uvetta, un pasto nutriente, buono e pratico realizzato dalle mogli per i mariti. Da questo “panino” probabilmente derivano i maritozzi, la cui ricetta originale prevedeva l’aggiunta di uva passa. Inoltre in tempi più recenti era l’unico peccato di gola che ci si concedeva durante la Quaresima, da questo “er Santo Maritozzo”, arricchito con pinoli, uvetta e arancia candita.

Secondo altri, oltre la leggenda del maritozzo donato dal ragazzo alla propria fidanzata, si narra che venisse realizzato a forma di cuore in età da marito al più bel giovane del paese, che a sua volta avrebbe sposato l’artefice del più buono.

I classici maritozzi romani hanno una forma tondeggiante tendente all’ovale e vengono realizzati con un impasto di farina, uova, latte ed altri ingredienti. Prepararli in casa non è assolutamente complicato, questi dolci piaceranno sicuramente a tutti! Oltre al classico gusto con panna fresca di latte, potete farcirli a piacere combinando alla panna diverse creme spalmabili, come pistacchio, crema alla nocciola, crema gianduia e cioccolato bianco o semplicemente aggiungendo frutta fresca a piacere.

INGREDIENTI

per l’impasto (circa 10-12)

  • 500 g di farina manitoba
  • 2 uova
  • 10 g di sale
  • 240 g di latte intero
  • 25 g di lievito di birra
  • 70 g di burro
  • 70 g di zucchero
  • la scorza di un limone grattugiata
  • i semi di mezza bacca di vaniglia

per farcire

  • 400 ml di panna fresca di latte

PROCEDIMENTO

  • Per iniziare la preparazione dei maritozzi dovete partire lavorando in planetaria la farina, il lievito ed il latte, che deve essere a temperatura ambiente o leggermente intiepidito così da aiutare la lievitazione
  • Aggiungete una alla volta le uova e, quando queste si saranno incorporate per bene al composto, anche lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, i semi di una bacca di vaniglia
  • Fate lavorare il tutto per una decina di minuti così che si formi un impasto ben liscio ed omogeneo in cui tutti gli ingredienti si sono fusi completamente.
  • A questo punto aggiungete il sale ed il burro, che deve essere ben mordilo per cui lasciatelo fuori dal frigo per circa un’ora prima di iniziare la preparazione dei maritozzi.
  • Quando l’impasto inizierà a staccarsi dalle pareti e si intreccerà al gancio della planetaria è segno che l’impasto è pronto per cui riducetelo in una palla e mettetelo a riposare in frigo per circa 4 ore.
  • Il suo volume iniziale dovrà almeno raddoppiarsi.
  • quando sarà lievito perfettamente formate delle palline di pasta di 100 g ognuno formando dei paninetti di forma ovale
  • disponete i panini su carta forno ben distanziati
  • lasciate lievitare per un’altra ora coperti da un canovaccio nel forno spento con luce accesa
  • quando saranno gonfi, il maritozzo può essere infornato
  • preriscaldate il forno a 180°C e spennellate i maritozzi con del latte
  • infornate per circa 10 minuti e controllate la cottura quando avranno una superficie ben dorata con la prova stecchino
  • sfornate e lasciate raffreddare bene
  • tagliate i maritozzi freddi in due lasciando la base unita
  • montate la panna fresca e farcite i maritozzi con uno strato abbondante
  • spolverizzate di zucchero a velo e servite

Author TheGoosters

More posts by TheGoosters

Leave a Reply